Événements

SIEFF 2008 – Sardinia International Ethnographic Film Festival
XIV Rassegna Internazionale di Cinema Etnografico

Français

Un des événements internationaux majeurs consacré au cinéma ethnographique en Italie.

Comitato di Selezione
Selection Committee

Catarina Alves Costa
Facultade de Ciências Sociais e Humanas Universidade Nova, Lisbona
David MacDougall
Centre for Cross-Cultural Research, Australian National University, Canberra
Marc-Henri Piault
Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, Parigi
Paolo Piquereddu
Direttore Generale dell’ I.S.R.E., Nuoro

Giuria internazionale
International jury

Beate Engelbrecht
IWF – Wissen und Media, Gottinga
Nasko Kriznar
Slovenian Primorska University, Capodistria
Judith MacDougall
Centre for Cross-Cultural Research, Australian National University, Canberra
Antonio Marazzi
Università degli studi di Padova
Rossella Ragazzi
Università di Tromsø Il premio per il miglior film prodotto e ambientato in paesi del Mediterraneo è attribuito da una Giuria composta dagli studenti del workshop d’antropologia visuale 2008 dell’ISRE.
The prize for Best Film Produced and Set in a Mediterranean Country will be awarded by a Jury composed of the students of the ISRE Visual Anthropology Workshop 2008.

Premi
Prizes


A. Premio « Grazia Deledda » per il miglior film: « Grazia Deledda »Prize for Best Film:
10.350 Euro

B. Premio per il miglior film prodotto e ambientato in paesi del Mediterraneo:
Prize for Best Film Produced and Set in a Mediterranean Country:
6.200 Euro
C. Premio per il miglior film di autore sardo:
Prize for Best Film by a Sardinian Director:
6.200 Euro
D. Premio per il film più innovativo:
Prize for Most Innovative Film:
6.200 Euro


Lunedì 15 settembre
10-11,30 Arrivo e accoglienza dei partecipanti
Arrival and welcoming of the participants
Ore 11,30: Apertura dei lavori / Festival Opening
Indirizzi di saluto / Greetings
Emilio Asproni
Presidente dell’ISRE
Mario Demuru Zidda
Sindaco di Nuoro
Maria Antonietta Mongiu
Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Prolusione /Inaugural Lecture
David MacDougall
La macchina da presa e la mente
The Camera and the Mind

Ore 16,00 Presentazione del programma
Presentation of programme
Paolo Piquereddu
GLOBALIZZAZIONE INDUSTRIE
CAMBIAMENTO
GLOBALIZATION FACTORIES CHANGEMENT

Cina, Umbrella
Du Haibin | Cina | 2007 | 93 min
Nella città di Zhong Shan nella provincia del Guangdong, numerosi giovani operai provenienti dalle campagne lavorano giorno e notte in una fabbrica d’ombrelli: elevare il rendimento del lavoro significa per loro una paga più elevata alla fine del mese.
In the city of Zhong Shan in Guangdong Province, numerous young workers originally from the countryside, work day and night in anumbrella factory: increasing output for them means a fatter pay packet at the end of the month.

Guinea, Indonesia
End of the Rainbow
Robert Nugent | Francia Australia | 2007 | 83 min
L’attivazione di una miniera d’oro in una regione remota dell’Africa Occidentale avvia una trasformazione economica e la speranza di una vita migliore.
The opening of a gold mine in a remote region of West Africa brings about economic transformation and raises hopes for a better life.

Ore 21 GLOBALIZZAZIONE INDUSTRIE
CAMBIAMENTO
GLOBALIZATION FACTORIES CHANGEMENT

Stati Uniti
All In This Tea
Les Blank | Gina Leibrecht | Stati Uniti | 2007 | 70 min
Un film su David Lee Hoffman, importatore di tè famoso in tutto il mondo, e sulla sua ricerca dei migliori tè prodotti artigianalmente in alcune delle regioni più remote della Cina.
A film about David Lee Hoffman, a tea importer of worldwide fame, and the search for the best handmade teas in some of China’s most remote regions.

Italia/ Sardegna
Paleoliche
Francesco Cabras | Italia | 2006 | 4 min 30 »
Le pale eoliche di Bonaita, in Sardegna, interpretano una rapsodia in tre movimenti, tre stagioni della giornata: l’incedere, il volo e la tenebra.
The wind turbines of Bonaita, in Sardinia, interpret a rhapsody in three movements, three seasons in a single day: the gait, the flight and the darkness.

India
Corpo de Bollywood, o povo quer cinema
Bollywood Embodied, The People
Want Cinema
Raquel Valadares | Brasile | 2007 | 28 min
Bollywood, la più grande industria di cinema al mondo, rappresenta in India la principale forma di intrattenimento e il centro della cultura cinematografica del paese.
Bollywood, the world’s largest cinema industry, constitutes India’s greatest form of entertainment and is the centre of the country’s cinematographic culture.

Martedì 16 settembre

Ore 9,00 GLOBALIZZAZIONE INDUSTRIE
CAMBIAMENTO
GLOBALIZATION FACTORIES CHANGEMENT

Germania
Losers and Winners
Michel Loeken | Ulrike Franke | Germania | 2006 | 96 min
Il film documenta lo smantellamento di un gigantesco stabilimento per la produzione del carbone nella Ruhr e come gli operai vivono l’arrivo dei metodi di lavoro dei cinesi.
This film documents the dismantling of a gigantic coal production plant in the Ruhr and how its workers live through the introduction of Chinese working practices.

BAMBINI/CHILDREN

Israele
Haloch Hazor / Side Walk
Duki Dror | Israele | 2007 | 57 min
Le storie parallele di sette bambini durante il loro tragitto tra casa e scuola e viceversa.
The parallel stories of seven children during their trips from home to school and back again.

Russia
Pierwszy Dzien` / The First Day
Marcin Sauter | Polonia | 2007 | 20 min
Il trasferimento in un ambiente urbano di alcuni bambini della tundra come passaggio verso un maggiore età.
The transfer to an urban environment of several children from the Tundra seen as a passage of rite towards growing older.

Etiopia
Room 11, Ethiopia Hotel
Itsushi Kawase | Giappone | 2007 | 23 min
Le giornate di due bambini che vivono per strada a Gondar, in Etiopia, attraverso le riprese effettuate dalla e nella stanza d’albergo del filmmaker.
The daily lives of two children who live on the streets of Gondar, in Ethiopia, seen through footage shot in and from the filmmaker’s hotel room.

Ore 16
BAMBINI/CHILDREN

Portogallo
On Edge – Á Flor da Pele
Catarina Mourão | Portogallo | 2006 | 64 min
La vita quotidiana di un gruppo di bambini fra gli 8 e i 14 anni in un povero complesso urbano a Porto.
Daily life of a group of children aged between 8 and 14, in a poor housing estate in Porto.

MIGRAZIONI INCONTRI
MIGRATIONS ENCOUNTERS

Brasile
Pïrinop, meu primeiro contato
Pïrinop, My First Contact
Mari Corrêa | Brasile | 2007 | 83 min
Il primo contatto degli Indios Ikpeng con gli uomini bianchi nella regione del fiume Xingu, nel Mato Grosso.
The first contact between the Ikpeng Indios and whites in the Xingu River region of the Mato Grosso.

Italia/ Sardegna
La valigia di Tidiane Cuccu
Umberto Siotto | Antonio Sanna | Italia | 2008 | 28 min
Un ritratto del senegalese Cheickh Tidiane Djagne, venditore ambulante nei paesi dell’interno della Sardegna, e, indirettamente, di Antonio Cuccu, storico venditore girovago di libri in lingua sarda scomparso da qualche anno.
A portrait of Cheickh Tidiane Djagne a Senegalian pedlar in the towns of Sardinia’s hinterland and, indirectly, of Antonio Cuccu, memorable itinerant salesman of books in the Sardinian language, who passed away some years ago.

Ore 21 MIGRAZIONI INCONTRI

MIGRATIONS ENCOUNTERS

Marocco/ Spagna
Mimoune
Gonzalo Ballester | Spagna | 2006 | 11 min
Il problema dell’immigrazione illegale tra Marocco e Spagna.
The problem of illegal immigration between Morocco and Spain.

Italia/ Bangladesh
Le ferie di Licu
Vittorio Moroni | Italia | 2006 | 93 min
Licu, giovane bengalese immigrato a Roma, dove lavora e appare ben integrato, parte per il Bangladesh per incontrare e sposare la ragazza che i genitori hanno scelto per lui…
Licu, a young Bangladeshi immigrant living in Rome, where he works and seems well integrated, leaves for Bangladesh to meet and marry the girl his parents have chosen for him…

Mercoledì 17 settembre

Ore 9,00 RITUALI RELIGIONI
RITUALS RELIGIONS

India
Under The Ahmedabad Sky
Sotto il cielo di Ahmedabad
Francesca Lignola, Stefano Rebechi | Italia | 2007 | 35 min
Ogni anno milioni di piccoli aquiloni da combattimento riempiono il cielo di Ahmedabad. E’ l’inizio del Makar Sankranti, la festa religiosa induista che nel corso del tempo si è trasformata in una delle più straordinarie competizioni di massa del mondo.
Every year millions of fighting kites fill Ahmedabad’s sky.They mark the beginning of Makar Sankranti, the Hindu religious festival, which with the passage of time has become one of the world’s most extraordinary mass competitions.

Etiopia
Morokapel’s Feast. The Story
of a Kara Hunting Ritual
Steffen Köhn, Felix Girke | Germania | 2007 | 26 min
A seguito dell’uccisione di un leopardo, Morokapel, un giovane di un villaggio della bassa valle Orno, in Etiopia, acquisisce un nuovo status sociale che viene celebrato con una cerimonia rituale.
Following the killing of a leopard, Morokapel a young man from a village in the Lower Orno valley, in Ethiopia, acquires a new social status which becomes celebrated in a ritual ceremony.

Papua Nuova/ Guinea
Ngat Is Dead: Studying
Mortuary Traditions
Christian Suhr Nielsen, Ton Otto, Steffen Dalsgaard |
Danimarca | 2007 | 59 min
Le problematiche del lavoro sul campo dell’antropologo attraverso la partecipazione a un rituale funerario nell’isola di Baluan (Pacifico meridionale).
Problems of anthropological field work as seen through the participation in a funeral rite in the island of Baluan (The Southern Pacific).

Indonesia
When The Sun Rises: a Toraja Priest of The Ancestral Way
Roxana Waterson | Regno Unito | 2007 | 66 min
Ritratto di un prete della religione indigena del popolo Sa’dan Toraja in Indonesia, la cui sopravvivenza è minacciata al ritmo elevato di conversione al Cristianesimo.
Portrait of a priest of the indigenous religion of the people of Sa’dan Toraja in Indonesia, whose survival is threatened by the rapid conversion of his flock to Christianity.

Ore 16 DOPO LA GUERRA CONFLITTI INIMICIZIE

AFTER THE WAR CONFLICTS HOSTILITIES

Israele
Yoel, Yisrael V’ha Pashkavilim
Yoel, Israel and the Pashkavils
Lina Chaplin | Israele | 2006 | 54 min
Ritratto di due eccentrici personaggi appartenenti alla società Haredi di Gerusalemme: Israel Krause, autore e stampatore di migliaia di pashkavil, manifesti di protesta, e Yoel Krause che ne ha collezionato più di ventimila.
Portrait of two eccentric characters from the Haredi society of Jerusalem: Isreal Krause is writer and printer of thousands of pashkavil, protest posters and Yoel Krause has collected more than twenty thousand.

Cambogia
Å Leve i et Minefelt
Living in a Mine Field
Marit Gjertsen | Norvegia | 2006 | 56 min
An Vi vive a Somloth, un piccolo villaggio in Cambogia. Per procurare il cibo a sé stessa e alle sue otto figlie coltiva della terra che lei sa piena di mine, sfidando ogni giorno la morte.
AnVi lives in Somloth, a small village in Cambodia. In order to feed herself and her eightchildren she cultivates a piece of land she knows to be full of mines, she risks death daily.

Israele / India
Flipping Out
Yoav Shamir | Israele | 2007 | 87 min
Ogni anno circa 30.000 giovani israeliani, su un totale di 50.000, dopo il servizio militare, si recano in India per fare uso di droghe. Circa 2.000 di loro vanno incontro a danni psichici edevono sottoporsi alle cure di specialisti.
Every year about 30 000 young Israelis (over a total of 50 000) after the military service go to India to use drugs. About 2 000 of them have to face psychic problems and must undergo specialisttreatment.

Ore 21 DOPO LA GUERRA CONFLITTI INIMICIZIE
AFTER THE WAR CONFLICTS HOSTILITIES

Afghanistan
Cabale à Kaboul / Cabal in Kabul
Dan Alexe | Belgio | 2007 | 87 min
Un film su Zabulon e Isaac, gli ultimi due ebrei rimasti in Afghanistan che, pur condividendo il cortile della vecchia sinagoga di Kabul per più di10 anni, si odiano l’un l’altro.
A film about Zabulon and Isaac, the last two Jews in Afghanistan, who though sharing the courtyard of Kabul’s old synagogue for more than ten years, hate each other.

VITE/LIVES

Albania, Polonia, Russia
Razvod po Albanski/ Divorce Albanian Style
Adela Peeva | Bulgaria | 2007 | 66 min
Nell’Albania comunista degli anni Sessanta molte migliaia di Albanesi sposati con donne straniere furono costretti dallo Stato a separarsi dalle loro mogli, che furono di conseguenza espulse. Il film racconta la storia di tre di queste coppie.
In communist Albania in the 1960’s many Albanians married to foreign women were forced by the state to separate from their wives who were expelled. This film relates the stories of these couples.

Giovedì 18 settembre

Ore 9,00 VITE/LIVES

Brasile
Juruna, o Espírito da Floresta
Juruna, lo spirito della Foresta
Armando Lacerda | Brasile | 2008 | 80 min
Il funerale di Mário Juruna, il primo indio diventato Deputato Federale in Brasile, diventa l’occasione per ricordarne la straordinaria figura e le sue lotte per l’emancipazione degli indios.
The funeral of Mário Juruna, the first Indio to become a Federal Deputy in Brazil, becomes an occassion to remember this extraordinary person and his fight for Indios emancipation.

Macedonia
Dobri Sme Dosega
We Are Allright Till Now
Vladimir Bocev | Macedonia | 2008 | 67 min 47 »
I giorni monotoni di due coppie di anziani in un villaggio macedone, nell’attesa che il treno porti qualcuno dei loro nipoti in visita.
The monotonous days of two aged couples in a Macedonian village, waiting for the train that will bring some of their grandchildren to visit them.

Italia/ Sardegna
Circolare Notturna
Paolo Carboni | Italia | 2007 | 30 min
Cagliari: la nottata di cinque uomini accomunati da un lavoro irregolare e dalla speranza di una vita diversa.
Cagliari: the night of five men linked by their irregular jobs and shared hopes for a different life.

Uzbekistan
Tussen Hemel en Aarde
Between Heaven and Earth
Frank van den Engel | Masha Novikova | Olanda | 2007 | 72 min
Il film racconta la storia di Achat e di Tarsun, amici dall’infanzia, diventati artisti di circo e oppositori dell’oppressivo regime dell’Uzbekistan post sovietico.
This film relates the story of Achat and Tarsun, childhood friends, who have become circus artists, and opponents of the oppressive post – Soviet regime in Uzbekistan.

ore 16 -19 TAVOLA ROTONDA/TAVOLA ROTONDA
La Scrittura Visiva dell’Etnografia
Visual Writing of Ethnography
Coordina Antonio Marazzi
Introducono i temi
Pietro Clemente, David MacDougall, Vincenzo Padiglione, Rossella Ragazzi
Ore 21 LUOGHI – MONDI?/PLACES – WORLDS?

Italia/ Sardegna
G.I.O.C. (Gioventù Italiana
Operaia Cattolica)
Marina Anedda | Italia | 2008 | 34 min 07″
La GIOC, l’associazione cui si deve la riscoperta del carnevale di Cagliari, viene fatta sgomberare dalla chiesa che per sessant’anni è stata la sua sede.
The members of the GIOC, the association responsible for the rediscovery Cagliari’s carnival, are obliged to leave the church that they had occupied for more than sixty years.

Italia
Panca Popolare Italiana
Werther Germondari | Italia | 2008 | 10 min
Attraverso le immagini di una « multivisione » stile anni Ottanta, realizzate nel corso di sei anni, l’universo multietnico dei fruitori di una panca collocata in Piazza delle Finanze a Roma.
Through images shot in a « multivision » 80’s style, taken over a period of six years, the multiethnic universe of the occupiers of a public bench in Rome’s Piazza delle Finanze.

Macedonia
Knjiga Rekorda Sˇutke
The Shutka Book of Records
Aleksandar Manic` | Serbia Macedonia Rep. Ceca | 2005 | 78 min
Il microcosmo gitano del villaggio di Shutka, in Macedonia, al confine tra realtà e finzione, in una « commedia documentaria antropologica ».
The gipsy microcosm of the village of Shutka, in Macedonia, on the frontier between reality and fiction, in an « anthropological documentary comedy »

Venerdì 19 settembre

Ore 9,00 VIAGGI/TRAVELS

Palestina, Arabia Saudita, Pakistan, Stati Uniti, Austria
A Road to Mecca – The Journey of Muhammad Asad
Georg Misch | Austria | 2008 | 92 min
La storia di Leopold Weiss che, negli anni Venti, abbandonate le sue origini ebree, si converti all’Islam e col nome di Muhammad Asad divenne un influente consigliere politico in Arabia Saudita, cofondatore del Pakistan e ambasciatore alle Nazioni Unite.
The story of Leopold Weiss, who in the 1920’s, abandoned his Jewish origins, converting to Islam and taking the name of Muhammed Asad he became an important political counsellor in Saudi Arabia, co-founder of Pakistan and Ambassador to the United Nations.

Ucraina / Russia
The Pied Piper of Hützovina
Pavla Fleischer | Regno Unito | 2006 | 63 min
Il viaggio dell’autrice in Ucraina e in Siberia con Eugene Hutz, leader del gruppo punk rom Gogol Bordello, alla ricerca delle radici affettive e musicali dell’artista.
The director’s journey in the Ukraine and Siberia with Eugene Hutz, leader of the Rom punk group Gogol Bordello, searching for the artist’s emotional and musical roots.
11,30 Escursione / Excursion
16.30 MUSICA POESIA/MUSIC POETRY

Senegal
Yandé Codou Sène, Diva Séeréer
Laurence Gavron | Senegal | 2007 | 64 min
Un film sulla grande cantante senegalese Yandé
Codou Sène, che fu la griot del Presidente
Leopold Senghor.
A film about the great Senegalese singer Yandé

18.00 Riunione del/Meeting of
CAFFE (Coordinating Anthropological Film Festival of Europe)

Ore 21 MUSICA POESIA/MUSIC POETRY
Italia
Vjesh/Canto
Rossella Schillaci | Italia | 2007 | 57 min
I canti tramandati da generazioni e le storie di vita delle donne di origine albanese di San Costantino e San Paolo Albanese, in Basilicata.
The songs passed down through generations and the stories of the women of Albanian origin of San Costantino and San Paolo Albanese, in the Basilicata.

India
Bishar Blues
Amitabh Chakraborty | India | 2006 | 79 min
La descrizione dell’universo religioso ed esistenziale dei fachiri islamici in Bengala attraverso la loro musica e mitologia.
The description of the existential and religious universe of the Islamic fakhirs of Bengal, told through their music and mythology.
Codou Sène, who was the griot of President
Leopold Senghor

Sabato 20 settembre

Ore 9,00 STORIE AL FEMMINILE

WOMEN STORIES

Egitto, Emirati Arabi Uniti
Satellite Queens – Behind the Scenes
of a Prime Time Arab Talk Show
Bregtje van der Haak | Olanda | 2007 | 60 min
Incentrato sul popolare talk show Kalam Nawaem (« Sweet Talk » o « Women’s Talk »), condotto da quattro donne di diversi paesi arabi, il documentario analizza l’influenza della TV satellitare araba sullo stile di vita e sulla pubblica opinione nel Medio Oriente e in milioni di spettatori arabi in tutto il mondo.
Centred on the popular talk show Kalam Nawaem (« Sweet Talk » or « Women’s Talk »), presented by four women from different Arab countries, this documentary analyses the influenze of arabic satellite television on the life styles and public opinion in the Middle East and millions of Arab viewers worldwide.

Israele
Zirei Kayitz / Seeds of Summer
Hen Laser | Israele | 2007 | 63 min
Il film segue per 66 giorni e notti un gruppo di ragazze israeliane durante un rigoroso corso di combattimento e osserva le relazioni che si sviluppano in un ambiente sottoposto ad un rigido codice militare.
This film follows the 66 days and nights of a group of young Isrealis during a rigorous course of combat training and observes the relationships that develop in an environment governed by a rigid military code

Israele,
A Working Mom

Bolivia
Limor Pinhasov | Yaron Kaftori | Israele | 2006 | 78 min
Dopo 15 anni di duro lavoro in Israele Marisa
Vilozial decide di tornare nella natia Bolivia per riabbracciare i figli; ma al rientro si rende conto che questi rimangono piuttosto freddi, che i soldi spediti a suo padre sono stati sperperati…

After fifteen years hard work in Israel Marisa Vilozial decides to return to her native Bolivia to re-embrace her children, but on her return she finds her children rather cold and that the money she sent to her father has been squandered…

ore 16.00 PROIEZIONE FILM FUORI CONCORSO
PROJECTION OF FILMS OUT OF COMPETITION

Ore 18.30 CERIMONIA DI PREMIAZIONE
PRIZE GIVING CEREMONY
Proiezione del film vincitore del « Premio Grazia Deledda » per il miglior film
Screening of the film winner of the Grazia Deledda Prize for the best film

Domenica 21 settembre

Dalle ore 18 PROIEZIONE DI TUTTI I FILM PREMIATI
SCREENING OF ALL AWARDED FILMS
Per tutta la durata del Festival è disponibile un servizio di video on demand aperto a tutti per la consultazione dei film in concorso, di quelli vincitori delle ultime rassegne e della produzione dell’ISRE.
All through the Festival a video on demand service is available to all comers to consult the films in competition, those winners in the last festivals and the ISRE’s production

Programma suscettibile di cambiamenti
Programme liable to changes



GIORNATA CONCLUSIVA DELLA XIV RASSEGNA INTERNAZIONALE DI CINEMA ETNOGRAFICO


La giornata conclusiva del festival è stata ricca di proiezioni tra le quali hanno spiccato quelle del film fuori concorso « Khadak » e di « Losers and Winners » vincitore del « Premio Grazia Deledda »e caratterizzata dalla cerimonia di premiazione.

La Giuria Internazionale, composta da Beate Engelbrecht (IWF, Gottinga) Nasko Kriznar (Università di Lubiana), Judith MacDougall (Centre for Cross- Cultural Research della Australian National University, Canberra), Antonio Marazzi, (Università di Padova), Rossella Ragazzi, (Università di Tromsø), ha dichiarato di essere rimasta impressionata dall’altissima qualità dei lavori e della ricerca approfondita che i film selezionati hanno mostrato.

Una vasta scelta di soggetti e temi sono stati presentati, con interessanti punti di vista antropologici e varietà stilistiche pregevoli.

La Giuria ha attribuito il Premio Grazia Deledda per il miglior film a: « LOSERS AND WINNERS » di Michel Loeken e Ulrike Franke, Germania 2006, per la complessa elaborazione e approfondita ricerca durata oltre un anno con la quale si è rappresentato un episodio del moderno processo di globalizzazione capace di rendere un conflitto controllato tra operai e industriali tedeschi e cinesi, evitando al tempo stesso una polarizzazione emozionale che avrebbe oscurato le logiche delle parti.

Premio per il miglior film di autore sardo a: G.I.O.C. Gioventù Operaia Italiana Cattolica di Marina Anedda, Italia 2008, per l’attenta etnografia con la quale viene documentata la perdita di un’eredità culturale nel suo svolgersi, capace di comunicare un forte senso di empatia con la comunità di Stampace.

Premio per il film più innovativo a: ROOM 11, ETHIOPIA HOTEL, di Itsushi Kawase, Giappone 2007, per l’esplorazione antropologica e l’intervento cinematico minimalista in grado di creare un’interfaccia fra lo spazio della camera e il mondo esterno di bambini di strada etiopi.

Il quarto dei premi previsti dal Festival (per il miglior film prodotto e ambientato in paesi del Mediterraneo) è stato assegnato dalla Giuria composta dagli studenti del workshop di antropologia visuale promosso dall’ISRE che ha preceduto la rassegna: Maria Jesus Cueva Mendez, Monica Dovarch, Susan Ecca, Elena Moreddu, Antonio Maria Pusceddu, Domenico Sergi, Petar Veljacic. Il Premio è stato attribuito ex aequo a: « Vjesh / Canto », di Rossella Schillaci, perché « attraverso una positiva combinazione di materiali audiovisivi, ed una attenzione particolare a specifiche soggettività femminili, il film problematizza in maniera articolata il carattere performativo e simbolico di certi fenomeni socioculturali inquadrando le pratiche canore tradizionali nelle dinamiche di mutamento locale ed extralocale »; e al film di produzione israeliana « Yoel, Israel and Pashkavils » di Lina Chaplin, con la seguente motivazione: « attraverso l’osservazione ravvicinata di due contesti familiari e di due figure diversamente posizionate nel medesimo spazio pubblico, il film fornisce un quadro articolato delle dinamiche conflittuali interne al mondo ebraico nel contesto israelo – palestinese ».

Alla conclusione della manifestazione il Direttore del Festival, Paolo Piquereddu, ha ancora una volta ricordato il senso generale del fare cinema etnografico e dell’attività dell’antropologo e dell’etnografo cui si riferisce l’Istituto. Vale a dire l’attivazione di un dialogo e di una relazione di simpatia e di partecipazione con persone di luoghi lontani caratterizzati da culture e valori sociali diversi. Il Festival celebrerà con un programma speciale la sua quindicesima edizione che si terrà dal 18 al 25 settembre 2010.

English

The Festival held by Istituto Superiore Regionale Etnografico (ISRE) takes place in Nuoro every two years and represents one of those rare occasions in Italy in which it is possible to attend one of the most significant international events in ethnographic cinema. The manifestation has since 2006 assumed the new name of SIEFF – Sardinia International Ethnographic Film Festival, abandoning its traditional characteristic monothematic format, it focuses its programme
on a selection of recently produced films (completed not before 2005) having an ethnoanthropological perspective and an awareness of the introduction of innovative elements in their narrative structure.

The films are accompanied by a brief presentation and desirably, when at all possible, commentary from and discussions with their makers. The projections, round table and interventions have provided simultaneous translations in Italian and English. The manifestation is free and open to all comers. The programme also includes a round table dedicated to the theme: « Ethnography’s visual writing ».
During the Festival a meeting of the CAFFE(Coordinating Anthropological Film Festival Europe) will also be held, the association created to guarantee better cooperation and communication between European Festivals of anthropological cinema.

The Istituto Superiore Regionale Etnografico, on the occasion of opening its new festival wishes for the widest possible public participation and is happy to offer its organisational assistance to all participants – including those « non-active working members »- who with their presence give significance and value to the initiative.


Comitato di selezione 2008
Il festival
Sardinia International Ethnographic Film Festival. XIV Rassegna Internazionale di Cinema Etnografico. NUORO 15-21 Settembre 2008. Deadline: MAY 31, 2008. Dal 15 al 21 settembre 2008 avrà luogo a Nuoro il Sardinia International Ethnographic Film Festival (SIEFF), la Rassegna Internazionale di Cinema Etnografico organizzata dall’Istituto.